Mi chiamo Michele Baldi e ho iniziato negli anni ’70 del secolo scorso a occuparmi delle tecnologie informatiche per la didattica con il Logo di Seymour Papert.

Ero rimasto letteralmente  folgorato dalle possibilità concrete di interazione dei bambini con il computer. I ragazzini riuscivano a vedere cosa accadeva con una tartaruga che si muoveva sullo schermo e l’errore veniva subito messo in evidenza.

Proprio con il Logo l’errore è diventato “positivo” infatti permetteva di esplorare immediatamente altre possibilità e si ottenevano soluzioni inpensate. Nessun altro software ha dato questa grande faciltà di interazione e di  esecuzione.

Negli anni ’90 sono passato a Micromondi (sempre con lo stesso linguaggio ma multimediale) che ho tradotto dall’inglese nella versione Junior per gli alunni più piccoli e MMX per studenti.

Nel 1996 ho fatto nascere il Centro Intermedia in convenzione tra il Comune di Cava de’ Tirreni e la Fondazione “Camminiamo Insieme” per la formazione dei docenti e per l’handicap.

Mi sono occupato in tutti questi anni sempre di formazione per docenti e studenti su tematiche riguardanti la didattica dell’informatica e la Matematica.

Sempre con l’idea di offrire le soluzioni più innovative per la didattica ho scoperto la Robotica Educativa. Attraverso gare divertenti ed entusiasmanti, ho fatto conoscere tutti gli aspetti della Matematica applicata alla robotica.

Ho pubblicato due volumi sulla robotica educativa con la Fondazione “Mondo Digitale” di Roma, scaricabili da qui.

Un altro volume che è stato il mio lavoro più interessante è stato “Matematica e Informatica in gioco” sempre con la Fondazione “Mondo Digitale” scaricabile qui.

Negli anni successivi, era il 2005 è apparso un nuovo software, Scratch diffuso gratuitamente e man mano Micromondi è stato abbandonato (anche perchè aveva un costo anche se piccolo).

Ho cercato di realizzare lo stesso volume sulla matematica con Scratch (ma siccome questo software è molto più orientato alla grafica e ha un linguaggio a icone, diventava complesso creare progetti più sofisticati che avevano all’interno formule di matematica.

Ho anche realizzato un volume sul  Robot della Lego EV3 con tutte le applicazioni più interessanti che ho utilizzato nei vari corsi di formazione.

Il legame di fondo è stato sempre rendere più semplice e divertente la matematica per gli alunni.

Ed ecco adesso l’ultima mia passione “La matematica vedica“.